TIZIANA RETTAROLI

“Chi pensa che il bello sia superfluo si sbaglia, perchè esso contribuisce enormemente all’equilibrio delle nostre forze vitali”

“Nel design del vetro trovo spesso la realizzazione di un’ istinto interiore, una mia pulsione ad esprimermi senza vincoli progettuali. Il vetro con la sua natura autonoma ed indipendente, difficile da domare, rappresenta una forma di creatività autogenerante, una sorta di principio primo che non si lascia progettare ma rappresentando sè stesso esprime l’aspetto divino della bellezza e dell’ armonia. Chi pensa che il bello sia superfluo si sbaglia, perchè esso contribuisce enormemente all’equilibrio delle nostre forze vitali .”

LE MIE MOSTRE PIÙ IMPORTANTI

– Partecipazione alla manifestazione “Aperto vetro” della Biennale di Venezia del 1998, con l’opera ESTATE APACHE (vedi Catalogo della mostra)
-Design center di Boca Roton, Miami, Florida, esposizione permanente di oggettistica ( vasi, portacandele, portaprofumi, bicchieri)
-Collezione privata importante di Anne Hauberg, fondatrice della Pilchuck Glass School di Seattle. Nella collezione è presente un mio vaso ispirato all’esagramma dei I CHING, IL CROGIOLO