Lavorare sulla rabbia TIZIANA RETTAROLI.COM

Paura ed amore sono i due sentimenti principali da cui deriva direttamente o indirettamente tutto il resto.

Dalla prima deriva la rabbia, l’invidia ed il risentimento, dalla seconda la pazienza, la compassione ed il perdono.

Le  parti intangibili della nostra esistenza, come le emozioni, sono parti della vera realtà della coscienza superiore. La maggior parte delle persone credono di essere le loro emozioni ma quello che sperimentano è la manifestazione fisica di queste emozioni. Essere stati preda dalla rabbia non significa che siamo cattivi significa solo che un’emozione nociva si è impossessata di noi, ci ha cioè sopraffatto.

La rabbia causa un disturbo che manifesta se stessa nell’ego. Questa manifestazione provoca l’aumento del tasso di pulsazioni del cuore, l’aumento della temperatura del corpo e molti altri tratti fisici.

Proprio come la musica della radio è la manifestazione fisica di un segnale intangibile anche la nostra esperienza dell’emozione è la manifestazione fisica di un segnale intangibile.

È stato dimostrato che le nostre emozioni contengono una frequenza vibratoria: la paura contiene vibrazioni di frequenza lunghe e basse mentre l’amore ha una frequenza molto rapida ed alta.

Hand Jenny sviluppò una ricerca a partire dal  1940 nota come Cinematica per dimostrare come le vibrazioni del suono vengono trasmesse attraverso una forma di ” media”.

C’è uno schema geometrico che segue alla trasmissione del suono e quando la frequenza aumenta lo schema diventa più complesso.

Questo è quanto precisamente stà accadendo sulla Terra ed all’umanità.

Ci sono 64 possibili codici di amminoacidi nella struttura del nostro DNA e sono costituiti da 4 elementi: carbonio, ossigeno, idrogeno e azoto.

Curiosa la relazione con le 64 possibili combinazioni od esagrammi rappresentati nel libro dei I Ching che descrivono le  64 possibilità che un qualsiasi evento ha di manifestarsi , a partire dal dulismo espresso graficamente da una linea unita ed una spezzata.

Logicamente dovremmo avere tutti i 64 codici attivati all’interno della struttura del Dna, tuttavia abbiamo solo 20 codici attivi. Nei siti di decodica esiste un’ interuttore che attiva e disattiva quello specifico codice e che noi chiamiamo emozione . Si deduce perciò che noi siamo in grado di avere dei campioni di emozioni fisicamente uniti a materiale genetico umano.

Analizzando le frequenze delle emozioni si è visto che la paura, essendo lunga e lenta, tocca relativamente pochi punti del Dna, quindi un individuo che vive nella paura è limitato per ciò che riguarda i numeri dell’antenna che ha a dispozione, mentre un individuo che vive nell’amore ha a disposizione molti più punti potenziali per la decodifica di un certo pattern genetico.

Emozione e genetica sono perciò collegati ma non solo, la cosa più importante è che  le nostre emozioni possono cambiare la nostra genetica.

Quindi seppure la rabbia per certi aspetti può essere utile , come antidoto alla depressione, ai sensi di colpa ed altro è pur sempre un rimedio eccessivo ed alla lunga poco funzionale sia al benessere personale  che alle relazioni interpersonali e se gestita in  “modalità continua” può alterare la nostra genetica.

Conviene perciò canalizzarla al fine di utilizzare il suo enorme potere di trasformazione verso scopi creativi di crescita personale. Un cambiamento in questa direzione non sarà solo a nostro beneficio, facendoci sentire più calmi e con maggior capacità di controllo sulla nostra vita ma servirà ad influenzare le persone più vicine a noi che a loro volta influenzeranno altre persone  creando così un’ onda sempre più alta di consapevolezza e di dominio  sugli eventi difficili della nostra esistenza.

Ora vediamo come  lavorare per attuare il cambiamento partendo dalle nostre singole esperienze

Esistono diverse tecniche ma questa è la mia proposta

PRATICA DI MEDITAZIONE ISPIRATA alla Meditazione analitica buddista tibetana

 

Premessa

Esistono vari modi di meditare tra cui la meditazione analitica focalizzata su un unico pensiero.

Portare attenzione ad un punto si chiama nella pratica yogica PRATYARA

Ecco passo per passo come cambiare la mente trasformando lentamente la frequenza dell’odio e della rabbia in frequenza d’amore e compassione  e sviluppare la pazienza

 

  • Analisi della rabbia In posizione comoda con la schiena diritta concentrarsi su una situazione che ci ha fatto arrabbiare  ma non soffermarsi sul fatto o evento bensì analizzare le emozioni e le sensazioni fisiche e mentali che arrivano quando siamo arrabbiati: sangue alla testa, cuore che batte, senso di offesa, aspettative irrealizzate, disappunto ecc. L’osservazione focalizzata calma subito la mente e  ci terrà impegnati al prossimo evento simile evitando la reazione immediata.
  • Cambiare il modo in cui si descrive l’evento: ad esempio un adolescente, di fronte alla richieste dei genitori di sapere dove va, cosa fa, di rispettare gli orari ecc, potrebbe interpretare queste richieste come una minaccia alla sua autostima ed autonomia ma esiste un altro modo di vedere le cose che non ha nulla a che vedere con la volontà di controllo ma solo con il bisogno di proteggere dai rischi chi ancora non ha esperienza sufficiente per comprendere i rischi. Se entrambi capiscono che esistono diversi modi di vedere la stessa cosa , e che sono tutti degni di attenzione e rispetto, il conflitto svanisce. In meditazione provare ad individuare il punto di vista di chi ha generato, in certi momenti, la nostra rabbia.
  • Coltivare amore e compassione; se una persona si comporta male, è litigiosa, si arrabbia, significa che è infelice quindi dovrebbe essere oggetto di compassione e di amore non della nostra rabbia. Se ci soffermiamo su questo sentimento potremmo scoprire che il nostro cuore è pieno d’amore e di compassione per questa persona in qualunque modo essa si comporti con noi.

All’inizio possiamo temere di liberarci dalla rabbia ed avere delle resistenze sopratutto se il danno subito è un tradimento, un’abuso emotivo o fisico , una separazione .  Ci sono timori. Qualcosa dentro di noi che dice:

” La mia rabbia è giustificata. Chi sarò se vi rinuncio ?  Non equivarebbe  forse ad ammettere che quel che ha fatto l’altra persona era giusto? Come posso mantenere la mia dignità senza essere irritato per quello che mi hanno fatto? come posso far capire a quella persona che il suo comportamento mi procura una sofferenza e non vorrei che continuasse cosi? La rabbia ci fa sentire potenti, ma è una potere illusorio che ha bisogno di un nemico per esistere. Senza conflitti , con l’empatia, la pazienza e la compassione non ci sono nemici. La vera fiducia in se stessi è priva di atteggiamenti difensivi. Per guarire dobbiamo superare il risentimento e la riprovazione arrivando ad una condizione di pace interiore e di accettazione, lasciando che il passato sia tale per continuare la nostra vita con entusiasmo e compassione.

COME SUPERARE LA RESISTENZA A NON ARRABBIARSI

Lo vedremo nel prossimo articolo

Io stessa che scrivo sono in cammino.

#staytuned

#directyourlife

#visioneglobale

 

LA PRATICA DI YOGA PER INCORPORARE LA PAZIENZA E CONTRASTARE LA RABBIA  È NELLA RICERCA DELL’ EQUILIBRIO ( video in preparazione )

 

IL TRIGRAMMA DEI I CHING , IL TUONO

IL COLORE IL VERDE

L’ORGANO IL FEGATO

LA STAGIONE LA PRIMAVERA

L’ELEMENTO IL LEGNO

 

 

SUGGERIMENTI E SPUNTI  PER LA CRESCITA PERSONALE A PARTIRE DALL’AMBIENTE INTORNO A NOI NEL LIBRO

” LE QUATTRO PORTE DEL FENG SHUI”

ACQUISTA SU IL GIARDINO DEI LIBRI

 

 

 

TIZIANA  RETTAROLI

io 

FENG SHUI CONSULTANT, ARCHITECT, GREAT PASSION FOR HEALTHY FOOD AND NATURAL MEDICINE, YOGA TEACHER AND DANCE PRACTITIONER, OFFICE LOCATED IN VENICE ITALY Tiziana Rettaroli si laurea presso la facoltà di Architettura di Venezia. Successivamente si occupa in collaborazione con lo studio paterno del progetto di ville private con particolare attenzione per il Landascape Design. Nell’ambito del Retail Design progetta una serie di boutiques per la Ditta Testoni. Durante un lavoro ad Hong Kong, culla del Feng Shui, viene a contatto con questa antica arte del progettare e si diploma master sotto la guida di Paul Hung. Nel suo studio di Venezia svolge attività di progettazione per residenze e negozi, consulenze personalizzate di Feng shui, corsi e seminari collettivi ed individuali di Feng Shui e Vastu, lezioni private e collettive di Yoga, passeggiate lungo percorsi di geografia sacra alla scoperta delle bellezze architettoniche ed esoteriche dei luoghi di potere e delle città .

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

4 replies
  1. Walter
    Walter says:

    La rabbia ha un’azione benefica nell’uomo in quanto arresta l’azione distruttiva dell’Io che altrimenti continuerebbe nella sua azione verso il male.

    Reply

Lascia un Commento

Partecipa anche tu alla discussione, lascia un commento

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *